Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Utilizzando il nostro sito approvi l'utilizzo dei cookie sul tuo device.

Il nostro blog

Work positive!

Blog di informazione su stress e benessere nelle organizzazioni di lavoro


 

Ennesima proposta di soluzioni "low cost" per il problema dello stress lavorativo...

Sul sito di Repubblica compare l'ennesima proposta di soluzioni "low cost" per il problema dello stress lavorativo(...http://www.repubblica.it/salute/interattivi/2010/11/19/news/come_salvarsi_dallo_stress_da_lavoro-9218758/)
Noi crediamo che la possibilità di stare bene al lavoro, come in ogni ambito della vita, non possa passare solo dalla ricerca di piccoli momenti di piacere, di emozioni positive o da strategie di evitamento della fatica come quelle proposte in questo articolo

Leggi tutto...

Valutazione dello stress lavoro-correlato

Ormai ci siamo: il Ministero del Lavoro ha reso pubblica la circolare in attuazione del Testo unico sulla salute e la sicurezza nel lavoro con la quale si fa obbligo alle imprese di valutare tutti i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, anche i rischi da stress lavoro-correlato.
Noi siamo pronti a mettere al servizio delle imprese il nostro sistema di valutazione. Mandaci una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

http://www.corriere.it/economia/10_novembre_18/stress-lavoro-circolare-marro_53cb18f0-f353-11df-8691-00144f02aabc.shtml

Leggi tutto...

Altro che Obama, il vero "sogno americano" è quello di Cameron

Come banalizzano tutto i giornali. La semplificazione massmediatica del "pil della felicità" fa distrarre dal punto reale della questione: cosa sia il benessere di una nazione. Così la Costituzione statunitense ci dice che ogni uomo ha il diritto di cercare la felicità, cioè che la persona è un io che agisce spinta da desideri e non solo da bisogni e da mancanze. Obama - pur facendoci tutti sognare - mi sembra abbia un po' perso la spinta propulsiva di quel percorso desiderante che rappresenta, a mio avviso, l'essenza della sua vittoria. Oggi è Cameron, il premier britannico (conservatore?), che ci aiuta a proseguire sulla scia di quella "big society" che rappresenta il suo di manifesto. Come proseguiamo? Dicendo a gran voce che è il benessere della nazione che deve essere al centro dell'azione di un governo e che questo benessere non è solo moneta, tanta o poca che sia, di molti o di pochi.

Proprio come da noi.
 
http://www.corriere.it/esteri/10_novembre_16/cameron-regno-della-felicita_cfcf722e-f14c-11df-8c4b-00144f02aabc.shtml

Leggi tutto...

Si può misurare la felicità?

http://www.guardian.co.uk/lifeandstyle/2010/nov/14/happiness-index-britain-national-mood

Leggi tutto...

Quanto si sta bene in Europa?

http://www.nationalaccountsofwellbeing.org/explore/indicators/zwbi

Leggi tutto...

Resilienza Organizzativa

Ieri a Bologna, presso il Dipartimento di psicologia dell'Università, si è svolta la IV Giornata di psicologia positiva. Grande la partecipazione, anche di contributori esteri, a testimonianza dell'interesse verso una nuova modalità di affrontare la conoscenza psicologica. In modo sintetico potremmo dire che la psicologia positiva tratta del buon funzionamento dell'individuo, è cioè interessata maggiormente a indagare il benessere, piuttosto che il malessere, e anche quando tratta il disagio, anche clinico, lo fa mediante strategie di rafforzamento e di valorizzazione delle risorse.

Leggi tutto...

Sicurezza? Facite la faccia feroce!

Ieri sul Corriere della Sera esce la notizia che la Cassazione avrebbe stabilito la responsabilità dell'intero Consiglio d'Amministrazione in caso di danni ai lavoratori provocati dal mancato rispetto delle norme sulla sicurezza. Si sta parlano della famosa L. 626 che dal 2008 è stata sostituita dal D.Lgs 81.

Giusto! Gli amministratori devono rispondere, mica solo quei signori - dirigenti o anche no - a cui è stata delegata, spesso un po' furbescamente, la responsabilità del benessere dei lavoratori.

Leggi tutto...

twitter

Ora puoi seguirci anche su twitter!
http://twitter.com/#!/eudaimoniasrl

Leggi tutto...

News

Wellatwork e la nuova grande trasformazione del lavoro

Il prossimo 10 novembre, alle ore 16,30, Wellatwork sarà presente al tavolo su Wellness at Work e ambiente: verso un nuovo concetto di sostenibilità del lavoro che si svolgerà nell'ambito della pre-conference del VII convegno internazionale ADAPT presso l'Università degli Studi di Bergamo.

Tratteremo di come la cura psicologica sia un ingrediente essenziale del benessere di persone e imprese e come il nuovo contesto del welfare aziendale rappresenti un fattore importante per costruire una nuova alleanza per l'engagement e la produttività dei lavoratori.

Orientamento alla scelta universitaria

In collaborazione con l'Università Cattolica di Milano, Wellatwork ha avviato una attività di orientamento alla scelta universitaria per gli studenti delle scuole medie superiori. Il nostro intervento prevede un'attività di informazione sull'università e sui criteri di scelta, un test circa le proprie risorse psicologiche e motivazionali, un colloquio personale. L'intervento è realizzato sia nel contesto della programmazione scolastica (a Milano stiamo lavorando con il Liceo Classico Statale Beccaria, con il Liceo Scientifico Statale Bottoni, con l'Istituto Paritario Gonzaga), sia a livello individuale.

Per conoscere meglio il nostro approccio, nella pagina La versione di Gheno potete trovare i nostri clip sul tema dell'orientamento.

e-book POTERE PERSONALE

Disponibile su itunes store l'e-book Potere Personale. Nel booklet Stefano Gheno conduce il lettore in un personale percorso di sviluppo del proprio self-empowement, attraverso letture suggestive e semplici esercizi. Il nostro e-book è stato pensato come un primo avvicinamento al self-empowerment come metodologia di sviluppo personale. Quindi, keep calm and self-empowerment!

Improvvisazione e team building 

Well At Work & Associati ha avviato una collaborazione con il duo comico Bove & Limardi per la realizzazione di workshop per il team bulding. Il contributo portato dai due attori riguarda - in particolare - l'utilizzo dell'improvvisazione teatrale come strumento formativo. Improvvisare non significa fare "in qualche modo", ma piuttosto ci aiuta ad essere più capaci di ascolto e di osservazione, in modo da poter rispondere in modo efficace all'imprevisto. Sviluppare la capacità di improvvisare, quindi, aggiunge alle risorse personali e di team una flessibilità "creativa".